Fatti fare la casa da un’app

In collaborazione con CityLife Shopping District

 

 

LEGGI L'ULTIMO NUMERO

DOVE TROVARE URBAN MAGAZINE

 

 

Un’app ti dice quali mobili comprare, dove metterli, quanto spazio avanza. Architetti bye bye.

La scena è questa. Invito a cena a casa di amici. La coppia si è appena trasferita nel nuovo piccolo loft. Gusto minimal, poche cose ma giuste e poi: disposizione delle stanze funzionale, molta luce, nonostante gli spazi non proprio enormi. E alla domanda: ma chi è l’architetto che vi ha seguiti, la sorpresa. Architetto? Dai, non scherziamo.

Si sa, le esigenze quando si tratta della propria casa sono alte, anzi altissime. Il tempo invece è sempre meno. E se anni fa ci si accontenta di una casa funzionale e vivibile più a lungo possibile, oggi tutto ciò non basta. Una casa deve rispecchiare perfettamente il nostro gusto, riuscendo ad incastrare necessità, vivibilità, design e ottimizzazione degli spazi.

L’architetto, figura importante e necessaria, è però molto spesso un lusso che non tutti possono permettersi di avere a fianco. Così oggi sempre più marchi di design propongono soluzioni alternative per un design e un arredamento “fai da te” più preciso e efficace, come se fosse stato consigliato da un professionista. Tra questi IKEA Place, un’applicazione in realtà aumentata, che permette agli utenti di sperimentare soluzioni di design per trasformare i propri spazi, ri-arredare la propria casa e poter condividere il risultato con gli amici, la famiglia, o con chiunque si ha voglia. Ma non è l’unica.

Diverse app propongono prodotti e componenti d’arredo in 3D, perfettamente in scala, in modo che ogni scelta rispecchi misure, design e funzioni reali, grazie alla nuova tecnologia ARKit di Apple.

Una tappa importante nella trasformazione digitale che trasformerà il modo in cui acquisteranno i mobili in futuro.

Tags from the story