Fatti fare la casa da un’app

In collaborazione con CityLife Shopping District

 

 

Un’app ti dice quali mobili comprare, dove metterli, quanto spazio avanza. Architetti bye bye.

La scena è questa. Invito a cena a casa di amici. La coppia si è appena trasferita nel nuovo piccolo loft. Gusto minimal, poche cose ma giuste e poi: disposizione delle stanze funzionale, molta luce, nonostante gli spazi non proprio enormi. E alla domanda: ma chi è l’architetto che vi ha seguiti, la sorpresa. Architetto? Dai, non scherziamo.

Si sa, le esigenze quando si tratta della propria casa sono alte, anzi altissime. Il tempo invece è sempre meno. E se anni fa ci si accontenta di una casa funzionale e vivibile più a lungo possibile, oggi tutto ciò non basta. Una casa deve rispecchiare perfettamente il nostro gusto, riuscendo ad incastrare necessità, vivibilità, design e ottimizzazione degli spazi.

L’architetto, figura importante e necessaria, è però molto spesso un lusso che non tutti possono permettersi di avere a fianco. Così oggi sempre più marchi di design propongono soluzioni alternative per un design e un arredamento “fai da te” più preciso e efficace, come se fosse stato consigliato da un professionista. Tra questi IKEA Place, un’applicazione in realtà aumentata, che permette agli utenti di sperimentare soluzioni di design per trasformare i propri spazi, ri-arredare la propria casa e poter condividere il risultato con gli amici, la famiglia, o con chiunque si ha voglia. Ma non è l’unica.

Diverse app propongono prodotti e componenti d’arredo in 3D, perfettamente in scala, in modo che ogni scelta rispecchi misure, design e funzioni reali, grazie alla nuova tecnologia ARKit di Apple.

Una tappa importante nella trasformazione digitale che trasformerà il modo in cui acquisteranno i mobili in futuro.

 

LEGGI L'ULTIMO NUMERO

DOVE TROVARE URBAN MAGAZINE

 

Tags from the story