Fiori di Maggio. I videoclip della settimana.

Gli artisti seminano bellezza, e noi abbiamo fame

Gli ultimi due videoclip di Florence + The Machine sono frutto di un intenso rapporto tra la cantante Florence Welch e il regista A.G. Rojas – ma dietro le quinte, come in un passaggio di testimone, c’è ancora lo storico collaboratore Vincent Haycock in veste di fotografo sul set. “Hunger” è un viaggio molto evocativo che trae ispirazione anche dalle fotografie di Ana Mendieta e dall’arte di Louise Bourgeois, come una Bellezza musealizzata che sprigiona in noi un forte senso di appagamento e di solitudine, spirituale e rituale: il regista si cala nell’artista e dentro noi tutti.

Continua la saga esoterica e queer di Serpentwithfeet

L’avvento dell’astronomia pop di Serpentwithfeet, che non rinuncia al cuore gospel e alle sonorità sperimentali della sua etichetta di partenza Tri Angle, contagia anche una regista molto apprezzata su questi lidi come Allie Avital. “Cherubim” è una danza di sincronia d’amore e di devozione ambientata in una casa decrepita che può essere luogo di fine o inizio di una vita di coppia: è un vero proprio incantesimo che si fa al proprio amato affinché non sparisca mai.

Liberato 1, 2 e 3

Il 9 maggio è una data da calendario per LIBERATO: è il titolo del suo primo singolo, segna l’uscita di “TU T’E SCURDAT’ ‘E ME” e un anno dopo programma il primo concerto gratuito sul lungomare di Napoli: epicentro tematico e creativo della sua poetica musicale. Nel frattempo due nuovi brani: “INTOSTREET” e “JE TE VOGLIO BENE ASSAJE”, accompagnati da due videoclip, sempre diretti da Francesco Lettieri, che ritornano sui protagonisti di “TU T’E SCURDAT’ ‘E ME” in una continuità narrativa. Sempre evocativi, alimentano la mitologia del misterioso producer.

Céline Dion nella colonna sonora di… Deadpool

Avreste mai pensato di vedere Céline Dion su un palco a cantare per Deadpool, antieroe Marvel presto al cinema con il secondo capitolo? Ma soprattutto, Deadpool che esegue leggiadro una coreografia in tacchi sulle note di Céline Dion? Bene, è successo, solo che è tutto troppo perfetto, come fa notare il personaggio in un esilarante scambio di battute con la cantante, non siamo mica sulla prua del Titanic! La regia è di David Leitch, regista del film, che si è fatto conoscere anche per aver diretto lo scorso anno “Atomica Bionda”.

Bonus: è disponibile l’apparato visivo che accompagna l’ultimo disco di Janelle Monáe, “Dirty Computer”, diretto da Andrew Donoho e Chuck Lightning.

Tags from the story
More from Francesco Mascolo

Tra Berlino, Cannes e Los Angeles. I videoclip della settimana

Il videoclip vincitore dei Berlin Music Video Awards Ai Berlin MVA quest’anno...
Read More