#Happypills // Speciale Festival 2018

Eccovi le pillole musicali da prendere giorno dopo giorno per sopravvivere all’estate. C’è sempre un festival per gusto.

ELECTRONIC BARBECUE
w/ BOSCONI RECORDS
Ristoro San Cristoforo – Italia
23 giugno

La grigliata è la protagonista delle giornate estive, è allegria da mordere, da condividere e per stare insieme. Cosa di meglio di una grigliata accompagnata da musica elettronica? Dove trovarla, è semplice: il Ristoro San Cristoforo, da sempre circolo dei canottieri sui Navigli e ristorante, da tre anni a questa parte lascia spazio anche alla musica: grazie alla crew di Luca Doobie & friends, ogni altro sabato si trasforma in un electronic barbecue offrendo cibo e musica di qualità: in questo sabato ad accompagnare costine e salsicce ci sarà la fiorentina Bosconi Records, una delle migliori label italiane, dalla sempre altissima qualità delle release e rappresentata da Fabio Della Torre, metà dei Minimono e il deus ex machina dietro all’idea e allo sviluppo di Bosconi. Realtà ormai consolidata e aperta alle sperimentazioni, affonda le sue solide radici nella house e nella techno, Bosconi ha iniziato la carriera come piattaforma indipendente e di sperimentazione che oggi arriva ad abbracciare tutto il mondo della musica dance anche e soprattutto grazie alle successive emanazioni nelle sub-label dai nomi evocativi di Bosconi Extra Virgin e Bosconi Squirts. Se non la conoscete ancora, questa è la occasione giusta per assaporarne un pezzo.

ASTRO FESTIVAL
Circolo Magnolia, Milano – Italia
30 giugno

DNA concerti in collaborazione con Dude club si sono messi in testa di ripopolare il cielo sopra il magnolia di astri brillanti. C’era, l’anno scorso già la stella di Jon Hopkins a splendere, e ora sono arrivate altre stelle a fargli compagnia: rigorosamente live ci saranno i patron di Innervisions Âme, l’inglese George FitzGerald fresco di release del nuovo album All That Must Be per la label Domino, l’appassionante Ross From Friends con il suo live House Lo-Fi (ma non diteglielo o si incazza) e Gigi Masin, veneziano alla ribalta nella scena dal 1986 con il suo Wind e uno dei membri del trio Gaussian Curve, con Jonny Nash e Young Marco. Classe pura, geometrie aeree e traiettorie senza gravità, si passa dall’ambient alla house, alla techno e a una creatività che hanno dell’ultraterreno. A scatenare la vertigine finale, poi, il dj set del punk della techno, il mito tedesco Boys Noize, che accompagnerà fino alle prime luci dell’alba. Un festival che dura una sola notte, ma vale un intero fine settimana grazie alla qualità e la varietà della musica proposta. Allora tutti al Magnolia col naso all’insù a guardare le stelle… sperando che non cadano.

TERRAFORMA
Villa Arconati, Bollate – Italia
29 giugno – 1 luglio

Terraforma riparte dalla convinzione che nuove dimensioni possano essere create e che natura e musica possano favorire il processo teorico di terraformazione, contribuendo alla nascita di nuovi ecosistemi, atmosfere, vite sostenibili.
Ad accompagnare in questo personale viaggio nell’ignoto tra ricerca e utopia, Terraforma chiama uno dei massimi esploratori della vita al di fuori del nostro pianeta, attraverso i suoni: Jeff Mills. Insieme a lui, immerso nell’immaginario sci- fi, c’è anche Lanark Artefax, artista elettronico di Glasgow che prende il suo nome d’arte dai racconti distopici dello scrittore Alasdaie Gray. Ma il suono più puro arriva dal co- fondatore della leggendaria raster-noton Olaf Bender aka Byetone. Puntuali come a ogni edizione del festival, tornano con le loro vibrazioni profonde, imprevedibili e libere Paquita Gordon e Rabih Beaini, quest’ultimo in apertura della giornata di domenica con il “gravoso” compito di risvegliare nel giusto mood gli animi della notte. Tanti altri i nomi in cartellone che si alterneranno in una tre giorni di elettronica “intelligente” tra la rigogliosa natura del parco della villa e le strutture eco- compatibili di un festival dal sapore nordico per il benessere di mente e corpo.

BALATON SOUND
Lago Balaton – Ungheria
4 – 8 luglio

Se amate la musica e vorreste anticiparvi una mini vacanza allora il Balaton Sound, il più grande beach festival d’europa, fa’ al caso vostro. Dal 4 all’ 8 luglio a Zàmardi, in Ungheria, sulle rive del lago Balaton si esibirà da Rita Ora a Yxng Bane, da Big Sean a David Guetta. L’artista però che più dovrebbe attirare la vostra attenzione è GoldLink che da poco ha vinto il grammy con il suo singolo “Crew” e ovviamente ha ricevuto anche il primo platino. Ad Eric Prydz e Cristoph invece sono affidati i battiti cardiaci degli appassionati e non solo di elettronica. Il primo citato è in giro con il suo nuovo show fatto di ologrammi. Poi ci saranno anche Martin Garrix, Ty Dolla Sign, il duo The Chainsmokers e Dj Snake. Qualora non foste ancora convinti per acquistare un ticket pass allora lasciatevi svelare anche il nuovo progetto di Craig David intitolato TS5. Il nome viene dall’appartamento di Craig dove il cantante britannico si esibirà come Dj, Mc e cantante con un mix evergreen di brani personali e le migliori tracce house dell’anno come se fosse una mega festa privata per le masse.

FLOWERS FESTIVAL
Parco della Certosa Di Cologno (TO) – Italia
10-21 luglio

Flowers Festival, giunto alla IV edizione, si tiene a in quello che fu il Cortile della Lavanderia del Manicomio di Collegno, e si pone come continuazione della tradizione dei grandi spettacoli di teatro e musica cha a partire dal momento dell’abbattimento delle mura manicomiali fino ai primi duemila, hanno contribuito al rinnovamento di questi luoghi antichi e meravigliosi. Organizzato e promosso dall’associazione culturale Hiroshima Mon Amour, dopo le prime tre edizioni si è affermato come uno dei festival più importanti a livello nazionale, e rinnova quest’anno la sua posizione grazie alla presenza di nomi tra i più importanti del panorama contemporaneo nazionale: Noyz Narcos, Motta, Fabri Fibra, Coez, Sfera Ebbasta e Gemitaiz, tra gli altri, sono i nomi in cartellone. A completare la già vasta offerta, lunedì 4 giugno la cantautrice statunitense Cat Power ritorna dal vivo, a distanza di sei anni dall’ultimo album in studio, per l’unica data italiana in solo, per l’anteprima del Festival. Un festival completo, con una particolare attenzione alle nuove tendenze, in un ambiente sospeso nel tempo tra archeologia industriale e nuovi design.

WOODOO FESTIVAL
Cassano Magnago (VA) – Italia
18 – 22 Luglio

Il festival organizzato dall’Associazione Culturale Le Officine in collaborazione con il Circolone di Legnano arriva alla sua quinta edizione e saranno altre tanti i giorni di musica e di relax Cassano Magnago nel Varesetto. La line Up è forse quella più interessante del mese perché ci sono una gran parte degli artisti più indipendenti della scena musicale italiana. Ad esempio la spensieratezza di Frah Quintale è seguita in modo perfetto dalla maturità artistica di Ghemon e la sua band. C’è Cosmo con il suo opposto Nitro e Galeffi con i Viito per uccidere l’industria del porno facendo l’amore con la musica. Quelli da non perdere per nessuna ragione al mondo sono i Coma_cose ed il duo Frenetik & Orang3. I primi sono il duo più in voga del secolo e gli altri due produttori invece sono il segreto più nascosto della penisola. Per ballare e scatenarvi sotto cassa perdendo il lume della ragione vi basta aspettare M¥SS KETA con Populous e poi gli Yombe. Attenzione ai Belize e a Capibara con i loro nuovi progetti pronti per esser pubblicati. Ad accompagnare tutti questi artisti ci sarà anche la rassega culinaria Food Street Parade e una sala giochi gratuita. Avete bisogno di saper altro per andare?

SZIGET FESTIVAL
Budapest – Ungheria
8 – 14 agosto

Avete le ferie ad agosto e non volete restare in Italia? Be’, che problema c’è, basta arrivare nella capitale dell’Ungheria soprannominata: la perla del Danubio. A Budapest il festival si tiene proprio su di una isoletta all’interno del fiume, la Hajógyári Island. La sua 26a edizione e forse quella dove ci si aspetta ancora più persone rispetto alle più di 500.000 anime arrivate
lo scorso anno sotto i suoi 35 diversi palchi. Quest’anno oltre agli Arctic Monleys, Kenrick Lamar, Dua Lipa, The Kooks, Gorillaz, Cigarettes After Sex, Chet Faker e Liam Gallagher ci saranno anche Bonobo, Flux Pavilion, Yellow Claw,Oscar And The Wolf, Rhye Michael Calfan e What So Not; Poi: Kygo, Shawn Mendes, MØ, Milky Chance, Nick Murphy fka Chet Faker, Don Diablo, Little Dragon, LA FEMME, Goo Goo Dolls, Yellow Days, My Baby, Damian Lazarus & The Ancient Moons, Motta, Dave Clarke. Apriamo una piccola parentesi nella line up ufficiale perché ci saranno anche artisti italiani che si esibiranno al Light Stage come Siberia, Gio Evan, Andead, Galeffi, Gomma,The Pier, Joan Thiele, L I M, España Circo Este e Giungla. Avviso ai naviganti: se ami la musica e vai allo Sziget nella tua vita… non ci sarà mai più un ferragosto così bello.

 

LEGGI L'ULTIMO NUMERO

DOVE TROVARE URBAN MAGAZINE

 

TODAYS FESTIVAL
Spazio 211 open air, Torino – Italia
24-26 agosto

Lo scorso anno ha registrano più di 30.000 presenze che hanno goduto di uno spettacolo ultraterreno a livello musicale.
Quest’anno gli ospiti annunciati sono: The War on Drugs, King Gizzard and The Wizard Lizard, My Bloody Valentine, Editors e gli Echo & the Bunnymen. Per tre giorni Torino sarà la capitale della musica contemporanea. Due saranno i palchi principali, il primo è in mezzo al grande prato verde di sPAZIO211 e l’altro sarà all’interno della piazza semicoperta dell’ex Industria Nazionale Cavi Elettrici Torino INCET sorta alla fine del XIX secolo e abbandonata nel 1968. Ci sarà anche l’unico concerto italiano del duo londinese poliforme Mount Kimbie con il loro cocktail elettronico urbano di generi tra dubstep, new wave, kraut e post- rock. Lena Willikens invece porterà l’atmosfera del festival nell’oscurità del boogie industriale trasformando la pista in un luogo alternativo ma allo stesso tempo pop. Non vi dimenticate i Mouse On Mars una delle band più importanti di tutti i tempi e sopratutto l’eccentrico e mago del wierd pop Ariel Pink.

ORTIGIA SOUND SYSTEM
Isola di Ortigia, Siracusa – Italia
25-29 luglio

Siete mai stati sull’Isola di Ortigia? Tocca andarci almeno una volta nella vita per quanto è bella, infatti, i suoi incantevoli scenari sono Patrimonio Unesco.
Il festival che ogni anno ospita diventa sempre più interessante ed internazionale. La qualità sonora invece è un grandino sopra gli altri festival perché alcuni di questi artisti presenti nella line up sono talenti unici e rari come Kamaal Williams un maestro negli arrangiamenti sopratutto dopo essersi separato da Yussef.
Poi c’è James Holden con i The Animal Spirits, il matematico che s’innamorò dei synth sui ritmi tribali nord africani, ci sono anche gli Hot Chip che per un soffio non si aggiudicarono il Mercury Prize. Omar Souleyman, Young Marco, Call Super, Bad Gyal ed Erlend Øye sono alcuni degli artisti che completano il quadro di uno tra i festival più affascinanti d’Italia.

HOME FESTIVAL
Treviso – Italia
30 agosto – 2 settembre

Con la premessa che niente è come l’Home Festival, vi possiamo dire che se arrivate a fine agosto dove non siete riusciti ad avere un minuto libero per andare ad un concerto estivo… allora Treviso è il posto che fa’ per voi. Tutti gli artisti che potevate vedere in giro per l’Italia durante questi mesi si esibiranno qui nel miglior festival d’Italia. Saranno ancora una volta più di 10 i palchi dove prenderanno vita le performance live di Alt-J, White Lies, The Wombats, Django Django, The Prodigy, Incubus, Prozac+, Floating Points, Nic Cester & The Milano Elettrica, George Fitzgerald, Canova, Coma Cose, Selton, Lemandorle, Bruno Belissimo, Vettori, Mellow Mood, Roni Size feat Dynamite MC, Ministri, Jack Jaselli, Paolo Baldini, Caparezza, Francesca Michielin, Motta, Mr. Rain, Maria Antonietta, Joan Thiele, Eugenio in Via Di Gioia, Carl Brave & Franco 126, Frah Quintale. Giusto per citarne alcuni perché la lista è lunga, se però volete un nome su tutti che potrebbe cambiare la vostra giornata pescando un “underdog” come dicono dall’altra parte dell’oceano allora restate sotto il palco dei Weird Bloom con il mondo di Luca Di Cataldo, sono passati anche dalle ultime due edizioni del leggendario festival SXSW. “Blisstonia”, pubblicato all’inizio del 2018, è un disco da portare con voi per tutta l’estate. Mi raccomando poi non dite che non ve l’avevamo detto.