Jazz, amore e resilienza. I videoclip della settimana.

Il nuovo capolavoro di Young Replicant

Il produttore e DJ inglese Leon Vynehall, votato alla ricerca in un linguaggio sonoro a 360° sulla dimensione house più emozionale e profonda, torna con un disco in uscita il 15 giugno su Ninja Tunes dal titolo “Nothing Is Still”. Ispirato dalla storia di migrazione dei suoi nonni verso New York negli anni ‘60, sarà accompagnato anche da un romanzo e una serie di videoclip, come “Movements (Chapter III)” e “Envelopes (Chapter VI)” diretti da Young Replicant. Il primo è la quintessenza del nuovo corso del regista, in quelle che mi piace definire increspature metafisiche del quotidiano, un racconto che impressiona per immagini tutta la carica emotiva delle sonorità jazzy della traccia di Leon Vynehall, in uno splendido videoclip che, invero, sembra farsi jazz.

La storia d’amore di Lykke Li

Il nuovo videoclip di Lykke Li segna l’ascesa del nostro amato regista Anton Tammi, autore di uno dei videoclip più belli del 2017, quello di “All Your Words” dei JIL, verso un bacino di visualizzazioni più ampio. “hard rain” è il seguito, nonché la versione edulcorata e poetica, di “deep end”, video verticale in stile Instagram rilasciato settimana scorsa, dove l’ormai riconoscibile gamma cromatica del regista sposa l’incessante pioggia del titolo per una clip acquatica, a partire dai movimenti di camera, dove viene meno il suo trip lisergico, in virtù di un’acidità d’amore, a stemperare il titolo del disco dell’artista svedese, “so sad so sexy”, in uscita il prossimo 8 giugno.

Andare avanti! A suon di Hurray for the Riff Raff

“Pa’lante” è una delle ballate più belle ed edificanti degli ultimi anni: canto per le minoranze e i marginalizzati da Porto Rico al mondo intero, da uno stato che vuole rialzarsi dopo il devastante uragano Maria, all’intersezionalità delle lotte. Uragano protagonista del videoclip diretto da Kris Merc che diventa anche il nome di una figlia, al centro di un racconto dove prende vita la poesia “Puerto Rican Obituary” di Pedro Pietri del 1973 campionata nella canzone, in uno specchio con il presente, i suoi protagonisti e testimoni, come la cantante del gruppo Alynda Lee Segarra.

“Fruuu-chante! Alla salute brindo insieme a te”

I Coma_Cose cavalcano l’onda del successo ottenuto grazie a “Post Concerto” con un nuovo singolo e relativo video. In “Nudo Integrale”, nuovamente scritto e diretto dallo stesso Fausto Lama con il supporto di Crooner Films, Fausto è costretto a cantare in catene, ma viene scarcerato dalla compagna California in quella che sembra la liberazione dai suoi trascorsi come Edipo in un nuova vita come duo. Sono immagini ancora una volta efficaci che rendono a pieno la loro musica condita di rime e giochi di parole, in grado di coniugare il buon vecchio pop con stile contemporaneo.

 

LEGGI L'ULTIMO NUMERO

DOVE TROVARE URBAN MAGAZINE

 

Tutto a un tratto tutt’intorno, Mediterraneo

Se non avete ancora pensato alle prossime vacanze, vi viene in aiuto “Mediterraneo”: il nuovo videoclip di Andrea Poggio. Un playback a scorrimento sui litorali italiani senza tempo, perché l’estate italiana è così, dai tempi di Franco Battiato. Un dimensione senza tempo come nel video uscito a marzo di “Miraggi metropolitani”, con la sua Milano in pura astrazione. Alla regia, del resto, troviamo ancora Giorgio Calace e Karol Sudolski che insieme al cantante stanno realizzando un percorso interessante e coerente, che valorizza la sua estetica musicale.