La capsule di Victorvictoria nasce dalla street art di Rediet

Il noto band Victorvictoria divenuto famoso per la sua filosofia di moda sul parallelismo imperfetto tra elementi femminili e maschili ha deciso di creare una mini capsule collection di un totale di cinque pezzi, tra cui quattro t-shirt e una camicia, con l’artista di strada Rediet.

Due storie che si incontrano, quella del marchio e quella del giovanissimo artista, per parlare una singola lingua e raccontare insieme la moda e la società nelle quali credono tramite il writing, mezzo di comunicazione e simbolo di ribellione per Rediet come per il brand Victorvictoria.

Uno stile cosmopolita, asciutto e minimal sono da sempre i concetti chiave del marchio, sempre più percepiti nella capsule, che dagli anni 90 mira a una moda flessibile, che non guarda più alle distinzioni di guardaroba e tanto meno a quelle sociali.

Il tutto reso ancora più strong dall’influenza del pittore e writer Jean-Michel Basquiat, da cui Rediet trae ispirazione costantemente, per le sue opere e per sua vita stessa, a tratti comune.

 

LEGGI L'ULTIMO NUMERO

DOVE TROVARE URBAN MAGAZINE

 

Rediet etiope, Jean Michel haitiano. Entrami cresciuti in paesi e città con forte influenza sociale, culturale e artistica. Il primo a Milano, il secondo a New York, in bilico tra identità e apparizione, tra l’essere neri e vivere in un mondo di bianchi, trovando la forza di trasformare il proprio se in opere, al fine di renderlo comunicativo ed espressivo, rappresentazione dei propri pensieri, carattere e rabbia.

La collezione diventa così il risultato di cinque opere artistiche create da Rediet, capaci di mandare un chiaro e importante messaggio. Un esempio emblematico, il lettering al contrario, espressione della sessualità fluida di Victorvictoria.

Maglie 100% cotone, tutte in total color bianco con scritte e disegni neri, dalle linee pulite e la forte identità, alla quale Rediet ha attribuito modernità e multiculturalità, impronta stilistica e artistica che lo caratterizzano e lo rendono riconoscibile.

«Basquiat aveva un grande stile, dipingeva indossando completi sartoriali», racconta Rediet. Dettaglio apparentemente discreto al quale però il writer presta attenzione lasciando percepire quanto in lui sia viva la voglia di lasciare il segno tramite un dettaglio che possa non essere percepito da tutti, ma solo da qualcuno che abbia una sensibilità tale da vedere oltre, rendendolo così ricco di significato.

info: Victorvictoria

Tags from the story