M1992, lo special project per Pitti Uomo 93

Conosciuto con il nome di Malibu 1992, il marchio nato nel 2012 a Los Angeles inizialmente come progetto di video artistico e musicale, cambia il suo nome in M1992 e dà il via a un nuovo special project, chiamato Première e promosso dalla Fondazione Pitti Discovery, nata dalla collaborazione tra Pitti Immagine e Camera Nazionale della Moda Italiana.

Sostenuto fin dalla sua prima sfilata per la sua capacità di poter esprimere arte, musica, moda e lifestyle, utilizzando inizialmente il suo mix da dj e poi le sue collezioni, il creativo Dorian Stefano Tarantini, designer ecclettico e versatile, come viene spesso definito, decide per M1992 e per questa edizione di Pitti Uomo 93 dedicata al cinema, di presentare un nuovo corso del suo brand al fine di dimostrarne una maggiore trasversalità sperimentale e stilistica.

 

LEGGI L'ULTIMO NUMERO

DOVE TROVARE URBAN MAGAZINE

 

Ancora una nuova vita e luce per il marchio, come se fino a ora e nonostante il suo brevissimo corso di storia non avesse già abbagliato abbastanza e non avesse dimostrato quanto la moda possa essere l’espressione più nitida e fondamentale di mondi apparentemente sconnessi tra loro, riunendoli in un’unica cerchia, quella della cultura universale.

Colpiti dal suo modo di esprimersi e di esprimere dei messaggi decisamente strong, comunicati con le sfilate della Milan Fashion Week, nonché dalla sua ossessione per la cultura del neoclassicismo e l’influenza del lusso e ricchezza appartenente all’Oggi, con un importante accenno alla cultura inglese, alla letteratura e al dandysmo, noi ne avevamo già parlato.

Ora attendiamo con ansia la trasferta a Firenze.