Resurrezioni, varie e eventuali. I migliori videoclip della settimana di Pasqua

Cassius Go Up
Un frame tratto da Go Up, il nuovo videoclip dei Cassius

 

L’armonia della differenza in un videoclip

Kamasi Washington è uno dei jazzisti più amati del panorama attuale, “Truth” è il suo ultimo singolo tratto dall’EP HARMONY of DIFFERENCE che dà anche il titolo al corto diretto da AG Rojas presentato, e tutt’ora in mostra, alla Biennale Whitney. Quindici minuti densi di suggestioni che dispiegano l’armonia del titolo: la resurrezione visiva che stavate aspettando per Pasqua.

«Forte come la morte è l’amore» (cit.)

“3WW” – “3 Worn Words” non altro che «I Love You» – degli alt-J ha un lento incedere desertico, così l’ambientazione del videoclip si fa messicana; al centro un lungo e pericoloso viaggio di trasporto dell’amata defunta ma, come sempre nella videografia di Young Replicant, presto la scena si impreziosisce di elementi altri ad ingrandire la tela con suggestioni – e resurrezioni.

 

LEGGI L'ULTIMO NUMERO

DOVE TROVARE URBAN MAGAZINE

 

Un divertente Frame2Frame

Prodotto da DIVISION e diretto da Alexandre Courtès, l’ultimo dei Cassius, per il singolo in compagnia di Cat Power e Pharrell Williams, gioca con l’accostamento di due frame per creare efficaci intensificazioni e ossimori visivi, grazie ad uno splendido lavoro di editing per un videoclip tra il sacro e il profano, il fragile e il resistente, e ancora di curve, linee rette e morbide esplosioni.

Arca: bondage nei boschi e omofobia

“Desafío” è l’Arca che sfida le sonorità pop nel suo splendido disco omonimo, lo stesso non si può dire del videoclip diretto da Jesse Kanda che ci mostra i suoi scenari tra Eros e Thanatos in un battuage notturno che, in bilico sulla linea del consenso, rimanda drammaticamente agli orrori omofobi che si consumano nel mondo, come il caso della Cecenia approdato sui media questa settimana.

Le chiacchiere da cuscino del rapper Lil Dicky

Nell’ultimo videoclip di Lil Dicky assistiamo alla trasposizione delle sue chiacchiere da cuscino con Brain – il suo cervello – e una ragazza con la quale trascorre la notte. Nel videoclip diretto da Tony Yacenda tutto prende forma: il sesso, la guerra, i dinosauri e la disputa sullo stile di vita vegetariano, nonché Dio, interpretato da John C. Really, che irrompe in camera. Costoso e assurdo.

Ritornano i Royal Blood: è un bagno di festa.

“Lights Out” è il nuovo singolo dei Royal Blood, gioia per i fan in attesa del ritorno del duo di Brighton, un’emozione che si riflette anche nel video diretto da The Sacred Egg: il duo suona tra quattro bianche pareti che ben presto ospitano un vero e proprio bagno di folla, adrenalinico e claustrofobico pogo acquatico, proprio come se sotto al palco ci fossero delle piscine.

Tutti pazzi per gli anni ‘50, anche Ásgeir

Presentato in anteprima su NOWNESS, “Stardust” è l’ultimo videoclip di Ásgeir: un drastico cambio di tono rispetto alla realtà aumentata del distopico “Unbound”, un ritorno agli anni ‘50 – che sembra investire buona parte della produzione musicale e cinematografica 2016/2017 – con la storia della nascita di una stella del nuoto sincronizzato secondo il regista Hördur Freyr Brynjarsson. (qui sotto l’audio ma il video lo trovate qui)

Ti sei perso i migliori videoclip della scorsa settimana? Clicca qui!