MCS: il casualwear dei “maschi veri” per la p/e2020

Mcs per la p/e 2020 pensa ad un casualwear grintoso ed elegante, che esprime emozioni da biker, sposando un country chic maschile inconfondibile.

La Route 66 nasce come highway americana nel 1926 e fu una delle prime highway federali, pensata per collegare Chicago alle spiagge di Santa Monica su una distanza complessiva di 3755 chilometri.

Usata per la migrazione verso Est, specialmente durante il Dust Bowl, supportò l’economia dei territori attraversati e grazie ad essa molte comunità prosperarono.

Rimossa dal sistema autostradale americano nel 1985, ora viene denominata Historic Route 66 ed è una meta di viaggio tra le più ambite tra chi ama le atmosfere dell’America più profonda.

Non poteva che ispirarsi a questo mito la nuova collezione estiva di MCS, il brand nato negli Anni ’80 per celebrare un uomo appassionato di viaggi, amante della natura e dell’avventura, l’unico che ha saputo mixare lo stile di diverse epoche, il leggendario West American lifestyle e la cultura e la qualità della moda italiana.

Il logo storico ispirato al leggendario Marlboro Man, con una collezione fortemente ispirata alla sua storia e a quelle immagini che ne hanno decretato il successo come premium casual brand, ci parla di una stagione che spinge su un casualwear grintoso ed elegante, che esprime emozioni da biker, sposando un country chic maschile inconfondibile.

L’uso di cotoni puri, tinte dal bianco ai sabbia, sia per i capospalla che per la maglieria e la camiceria, portati sovrapposti e mixati. Un range dove spicca l’utilizzo del denim sia per la camicie che per le giacche classics, anche in total look.

Tags from the story
, ,
More from Giuseppe Di Rosalia

Milano Pride 2019: il programma completo e la parata, per dieci giorni super Rainbow

La Pride Square di Porta Venezia è un village diffuso aperto a...
Read More