R.I.P. Keith Flint // Artista, icona musicale e leggenda per sempre

La notizia è arrivata da poco ma purtroppo ha già scioccato mezzo mondo se non tutto.  È morto Keith Flint, il frontman dei Prodigy che purtroppo è stato trovato privo di sensi nella sua abitazione a Dunmow, nell’Essex (Inghilterra).

C’è una indagine aperta dalla polizia locale che ha detto al The Sun: “Siamo stati chiamati poco dopo le 8:10 di questa mattina, per le preoccupanti condizioni di salute di un uomo a Brook Hill, North End”.

I Prodigy sono un gruppo che ha segnato intere generazioni e anche la musica di un secolo, grazie a molti brani come Firestarter oppure Breathe.  Keith Flint è stato  da sempre una figura molto forte nel panorama musicale sia inglese che internazionale, in primis per le sue esibizioni dal vivo dove la sua energia era un dono che nessuno ha mai avuto prima di lui su di un palco.

L’aspetto della sua personalità lo si riconosceva dal suo aspetto originale come i capelli sempre pettinati in modo selvaggio accompagnato da tutti i suoi tatuaggi.  L’ultimo album dei Prodigy risale al 2018 “Tourist” e dopo la loro ultima data in New Zealand non ci sarà più una sua esibizione dal vivo.

Keith Flint e Liam Howlett, hanno contribuito a creare un nuovo sottogenere nella musica elettronica. Il loro stile incorpora elementi di altri generi passati come l’house, la drum and bass e soprattutto la techno per creare il genere con cui li conosciamo: il Big Beat.

Per darvi un paio di info, vi dico cheThe Fat of the Land, uscito nel 1997 è ancora in possesso del Guiness World Record inglese, furono vendute 317.000 copie nella prima settimana. Negli Stati Uniti invece più di 200.000 nella prima settimana. I Prodigy sono stati persino etichettati come i The Godfathers of Rave. E pensare che tutta la loro carriera partii  da un evento chiamato The Labyrinth Venue nel 1990 (l’evento è stato organizzato da Ziggy, che è diventato il loro manager in seguito), davanti a circa una ventina di persone e il loro primo concerto all’estero fu proprio in Italia.

Comunque in Inghilterra c’è una frase che li ha sempre contraddistinti fin dall’inizio…
Sono una band o un gruppo?
SONO I #PRODIGY.

Written By
More from Stefano Nappa

In esclusiva su Urban “Bold Minds Speak”, la video serie che introduce il Bread & Butter by Zalando

Ve lo avevamo raccontato qui : dal 1 al 3 settembre, Berlino, diventerà la...
Read More