Speciale #XF12: Anastasio, il rapper che crea immagini con le parole

Anastasio ha 21 ani e viene dalla provincia di Napoli. Si appassiona al rap da solo, scoprendo di avere un talento inaudito per la scrittura.

Fedez lo ha definito “la miglior penna mai sentita a X Factor” e Mara Maionchi lo ha voluto al live show per la sua capacità cantautorale.

Il suo talento consiste nel trasmettere immagini attraverso le parole. Il rapper cantautore, nella categoria under uomini, è uno dei finalisti della dodicesima edizione di X Factor Italia.

Questa è la sua prima intervista in esclusiva che ci ha concesso un giorno prima della finale, ossia un giorno prima che vincesse il talent show più seguito in Italia.

 

SUL PALCO SEMBRI MOLTO SICURO DI TE. SUL TUO INSTAGRAM TI DEFINISCI “IL RAPPER PIU’ POTENTE DELL’INTERO UNIVERSO CONOSCIUTO”. SEI IRONICO O CI CREDI DAVVERO?

No, è ironia anche se poi dentro di noi c’è sempre una parte che vuole sentirsi più forte. Sicuramente anche dentro di me c’è una radice di egomania e l’unico modo che ho per tenerla a bada è buttarla fuori.

SEI MAI STATO A VEDERE LA CAPPELLA SISTINA?

Lo dico ufficialmente: No, non ho mai visto la Cappella Sistina, sono un freak.

QUAL E’ LA DIFFERENZA, SE C’È, TRA NASTA E ANASTASIO?

Mah ti dirò… una piccola differenza tra Nasta e Anastasio c’è. Mi spiego meglio: Nasta è un nickname che mi sono dato da solo, perché in qualche modo se fai rap sei obbligato ad avere un soprannome e poi perché mi piace essere un po’ un intruso. Però pensandoci su, credo che Anastasio sia più giusto, innanzitutto perché è il mio cognome.

I TUOI TESTI SONO MOLTO DESCRITTIVI E FORTEMENTE D’IMPATTO, COME NASCONO?

Non c’è un vero e proprio modo sul come nascono i miei pezzi, seguo l’istinto e il flusso di parole che mi gira in testa.

X FACTOR E’ COME TE LO ASPETTAVI?

No, perché sinceramente quando ho iniziato non pensavo minimamente di poter arrivare fin qua. Sicuramente più andavo avanti più me ne convincevo. Posso dirti però che sono molto contento del fatto di aver portato ad ogni manche un piccolo testo scritto da me. Vuol dire che ha davvero avuto senso il mio percorso.

COME TI SEI SVEGLIATO OGGI SAPENDO CHE SEI IN FINALE?

A dire il vero mi sono svegliato assonnato, ho dormito solo tre ore, abbiamo fatto casino tutta la notte.

DEI TUOI EX COMPAGNI D’AVVENTURA PENSI CHE QUALCUNO SAREBBE DOVUTO ARRIVARE IN FINALE CON TE?

Forse. Non lo so.. anche se penso che le tre persone che sono con me in finale alla fine meritano di starci. Qualcuno sarebbe potuto arrivarci pari merito, ma chi sono io per dirlo?!?

UN AGGETTIVO PER DEFINIRE GLI ALTRI FINALISTI?

Allora, i Bowland sono affascinanti ed esotici, Luna è energica, un solo aggettivo per Naomi è difficile da trovare, lei è mille cose insieme, sicuramente è spontanea.

CHE SOGNI HAI?

I sogni di Anastasio sono tanti, certamente quello di prendersi qualche bella soddisfazione con un album in futuro. Suonare molto, e soprattutto non alienarmi: se dovessi firmare adesso.. mi vedrei meglio tra un anno dove magari non ho vinto il disco di diamante ma almeno ho detto quello che volevo dire.

IL DISCO E O IL CANTANTE CHE TI HA FATTO CAPIRE CHE ANCHE TU VOLEVI PERCORRERE QUESTA STRADA.

Ho sempre saputo di voler percorrere questa strada, ho sempre sentito questa cosa dentro di me, e il disco chiave che più mi ha formato è “Le dimensioni del mio caos” di Caparezza.

COSA FAI PRIMA DI SALIRE SUL PALCO?

Nessun rituale, solo un bicchier d’acqua.

COSA TI ASPETTI DAL FORUM?

Mi aspetto uno spettacolo pazzesco.

More from Giuseppe Di Rosalia

LABO.ART: PROGETTI DA INDOSSARE

Ludovica Diligu è una designer che non crea vestiti ma progetti. Espressioni...
Read More