Strike a Pose: il documentario sui ballerini di Madonna

Nel 1990 il Blond Ambition Tour cambia per sempre il concetto di live, per la prima volta Madonna insieme al fratello Christopher Ciccone – direttore artistico del tour – mette insieme un concept show che racconta la storia di una persona che parte dalla perdizione e arriva alla redenzione, in un turbinio di sesso, religione e arte, tutto in nome del pop. Il tour è accusato di blasfemia dal Vaticano tanto che Madonna stessa rilascia uno statement attorniata dai paparazzi all’aeroporto di Fiumicino in occasione della data romana del tour. Il tutto fu documentato nel film A letto con Madonna diretto da Alek Keshishian che segue la popstar e i suoi 7 ballerini 24 ore su 24.

La crew del Blonde Ambition tour nel 1990
La crew del Blonde Ambition tour nel 1990

Il documentario Strike a Pose al cinema solo oggi e domani, (5 e 6 dicembre), presentato al Festival di Berlino scorso, narra la storia da un punto di vista inedito, quello dei 7 ballerini che ci raccontano oggi come fu partecipare a un tour che cambiò loro la vita per sempre, tra colpi di vogue, scandali, aids e una spensierata giovinezza che li face sentire i padroni del mondo. Un documentario che racconta i retroscena, i drammi e i sogni realizzati e infranti, di 7 ragazzi protagonisti di un tour di un artista internazionale, che per la prima volta si schierava dalla parte degli omosessuali, spronando i suoi fan in tutto il mondo a essere quello che erano, in totale libertà al grido di: “hey you don’t be silly put a condom on your willy!”

Written By
More from Marco Cresci

Che bella pignatta…

The Cool Couple, Marco Ceroni e Stefano Serretta, Sono gli artisti che...
Read More