Vibrazioni Art Design o l’arte del recupero

La storia di Vibrazioni Art Design nasce dai materiali di recupero. Vecchi barili di carburante, dai colori sgargianti e dalla superficie corrosa dal tempo, vengono riciclati diventando un oggetto d’arredo o un serbatoio di una moto, in una moltitudine di combinazioni cromatiche e texture superficiali.

«Ti monterò il motore più in basso possibile, e avrai la coppa dell’olio disegnata dal vento, sì… Questo ti darà parecchi cavalli in più. Ti costruirò un serbatoio che conterrà un gallone in più di benzina, ti abbasserò di mezzo pollice e ti darò la forma di un proiettile. E quando ti avremo dipinta ti faremo il pieno, e sarai pronta a scendere in pista… Capito? Sarai perfetta». In Giorni di tuono Harry Hogge si rivolge così alla macchina che sta per elaborare. Una scena del film in cui sono racchiusi tutto l’amore, la passione e la dedizione con cui si approcciano al lavoro Alberto Dassasso e Riccardo Zanobini.

Due ragazzi che, insieme, hanno dato vita a Vibrazioni Art Design, la boutique dove vengono forgiate le loro opere, dalle moto al furniture. Ogni volta, prima di iniziare un nuovo progetto, Alberto e Riccardo ascoltano lo spezzone del film del 1990 diretto da Tony Scott e quella scena scatena in loro il processo creativo che sfocerà in un’opera d’arte; quella del recupero. Uno stile che li indentifica in maniera inconfondibile e che trae le sue origini da quando, ancora piccoli, passavano diverse ore a osservare il lavoro del fabbro sotto casa, incantanti dalla luminescenza delle scintille che si sprigionavano dai suoi utensili. L’inventiva di Vibrazioni Art Design ruota attorno alla rievocazione di gesti antichi, oggi quasi scomparsi. Dal taglio alla piega, dalla saldatura alla smerigliatura fino alla verniciatura, ogni operazione è eseguita con una sapiente e abile lavorazione manuale che valorizza il materiale di partenza elevandolo a opera d’arte, in una miscela di ferro e poesia in cui permane volutamente la patina del tempo trascorso. Un bilanciamento tra estetica-forma-funzione che carica ogni prodotto di enfasi e emozione. Pezzi unici e sartoriali che, come un’armatura, portano i segni e le cicatrici di eventi passati ma che sotto la corazza celano un’anima immortale.

 

di Eleonora Dal Prà

photo GIORGIO SERINELLI

grooming MARCELLA RAMUNDO @PRO*LAB ACADEMY

Tags from the story
, ,
Written By
More from Redazione

Urban invasion al primo live di X Factor 2016

URBAN ha invaso il teatro di X Factor per la prima diretta...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 + 18 =