BASE Milano e Ventura Projects tra turbolenze creative e sogni possibili

Il connubio tutto nuovo tra BASE Milano e Ventura Projects scaturisce dall’obiettivo comune di ricerca e sperimentazione, e la loro partnership, che per forza di cose mescola cultura ed esplorazione di nuove estetiche, porterà quest’anno diverse novità.

Prima di tutto, negli spazi dell’ex Ansaldo avrà luogo l’evento VENTURA FUTURE, durante il quale sarà possibile scoprire i nuovi talenti del design attraverso i progetti delle accademie e università internazionali.

La portineria di BASE sarà il teatro di Design Confession: un vero e proprio confessionale dedicato al design – tre le aree tematiche: designer e il mercato, service design e manifattura 4.0 – in cui i guru italiani e internazionali risponderanno alle domande dei visitatori.

Con l’obiettivo di portare sotto le luci di Tortona alcune fra le più interessanti sperimentazioni e riflessioni contemporanee a cavallo fra design, società e apprendimento, BASE e Ventura proporranno la mostra UN-learn/RE-learn, un grande laboratorio di formazione permanente al servizio della città, dei professionisti delle industrie creative e del quartiere, che chiamerà a rapporto designer, pensatori, artisti e innovatori fra loro diversi e complementari.

ITALO ROTA e MARCO CADIOLI presentano RE_DESIGN, un’installazione interattiva che mostrerà le diverse risposte generate dall’intelligenza artificiale su cosa sia il design, invitando il pubblico a interrogarsi sugli oggetti della propria quotidianità e a riformulare il processo di creazione, per uscire dalla gabbia della ripetizione e aprirsi a una forma di pensiero libera dai condizionamenti.

La SCUOLA SUPERIORE D’ARTI APPLICATE DEL CASTELLO SFORZESCO presenterà invece L’OFFICINA DEI GIOCHI: un vero e proprio laboratorio-atelier in continuità con le botteghe artistiche in cui si impara facendo. Con il noto game designer Spartaco Albertarelli come guida, i visitatori impareranno a creare giochi da tavolo e a dar vita a sofisticazioni narrative sempre più raffinate e a strutturare uno storytelling capace di trasformarsi in un vero e proprio prodotto di design.

CITTADELLARTE-FONDAZIONE PISTOLETTO porterà a BASE Milano uno spazio-aula in cui trasformare le proteste in occasioni d’azione concreta, in cui i manifesti realizzati durante un laboratorio con gli studenti di Biella diventeranno il tavolo di lavoro attorno a cui il pubblico della Design Week sarà invitato a sedersi, prendere una posizione e discutere. Sulla stessa linea anche SUPERLOCAL 0 miles production, a cura del giovane designer romano ANDREA DE CHIRICO: un database di oggetti di uso comune che fornirà ai consumatori un metodo di mappatura e riflessione sugli spazi che ci circondano e sulle materie che li compongono, sui modi di incoraggiare la partecipazione e di promuovere una nuova mentalità rispetto all’artigianato e alla produzione in generale.

Gli spazi espositivi di BASE apriranno a nuove prospettive grazie a un Public Program di talk e workshop con la partecipazione di Parasite, Andrea de Chirico, Wacom e Marco Giordano, e al calar del sole ospiteranno un’anteprima dell’Open Sound Festival, il progetto ufficiale di Matera capitale europea della Cultura 2019 a cura di MUSIC INNOVATION HUB.

Attraverso la rivisitazione di suoni lucani antichi valorizzerà la musica in un’operazione di de-costruzione e ri-costruzione delle identità musicali, con un’installazione interattiva che darà un gran daffare al pubblico: potrà divertirsi a mixare suoni antichi di millenni con beat elettronici e basi digitali, e si districherà tra campanacci, chitarre elettriche, zampogne, cupa-cupa, beat digitali, canti arbëreshë e chi più ne ha più ne metta.

Written By
More from Giulia Laino

L’erotismo dissacrante di Tinto Brass in mostra a ONO arte

La primavera porta scompiglio ma l’estate porta nuove mostre da scoprire. La...
Read More