Egreen gioca un Primo Tempo da pallone d’oro

Tralasciando fuori le metafore calcistiche e l’eterna diatriba tra vecchia scuola e  nuova scuola, Egreen, ha appena pubblicato uno dei suoi migliori dischi e pare sia solo il suo primo tempo, come il titolo scelto per quest’album.

Il crowdfunding italiano nella discografia italiana è stata letteralmente lanciata da lui, Egreen pubblicò Beats & Hate riuscendo a raccogliere più di 69.000 con 1818 finanziatori. Pensate che la vendita del disco non era disponibile neanche negli store digitali ma solamente attraverso la piattaforma.

Siamo stati ospiti della sua conferenza stampa in Sony Music dove Nicholas ci ha confessato: «L’hip-hop italiano ha qualcosa che non va’, da anni si respira aria malsana e mi ha deluso anche se ci ho creduto fino in fondo». Questo però non è assolutamente un disco che “manda a f*** in c**o il rap italiano” e non vuole girare attorno ad una polemica.

Sono 15 gli inediti che ha pubblicato in questo nuovo lavoro,  la sua carriera comunque racchiude 17 dischi tra album, mixate e EP. Queste tracce respirano la maturità consapevole del percorso che fatto durate gli anni.

Ha rinnovato il proprio stile sottolinenando la conclusione di un’esperienza e fissando l’inizio di un nuovo ciclo artistico.

L’hip-hop si è evoluto e sopratutto in Italia abbiamo assistito all’affermarsi di nuovi artisti che hanno piegato in due il mercato discografico. Nella parte finale del disco figurano 4 ospiti al microfono in altrettanti brani: Vaz Té, Highsnob, Axos e Dium. Nessun nome a effetto, tutti artisti con un background credibile e uno stile personale. Anche le loro voci contribuiscono a rendere pulsanti i 42 minuti di rap sull’unione di tutte le tracce.

Le collaborazioni nell’album sono nate in modo naturale, quella più riuscita a nostro parere è con Vaz Té sopra Silenzio dove, il rapper genovese è riuscito a trovare in E-Green il suo fan numero uno.

C’è chi lascia e chi raddoppia, in questo caso nella carriera musicale di Egreen siamo al Raddoppio, come nel singolo che ha accompagnato l’uscita di quest’album. Che sia in forma di Trap o altro… il Rap con la erre in maiuscolo è sempre in voga come Egreen:

«A testa alta dal fottuto giorno zero»
cit. Nicholas Fantini.

 

 

Written By
More from Redazione

Be Pride with Levi’s

Giugno segna l’inizio del Pride Month, ovvero la stagione in cui si...
Read More