Cestina le scarpe delle domenica e indossa un paio di Reebok: a Milano arriva il musical di Footloose.

footloose the musical debutta al teatro nazionale di Milano
Il film cult degli anni '80 diventa un musical

Dopo aver assistito alla presentazione di Footloose il musical, prodotto da Stage Entertainment, mi sono chiesta se in 22 anni di vita non avessi sempre sottovalutato questo genere. La risposta è: sì, decisamente.

di Martina Giuffrè

A giornalisti e fotografi presenti non è stato dato che un assaggio di quello che sarà lo spettacolo vero e proprio, che andrà in scena al Teatro Nazionale CheBanca! di Milano, dal domani, 24 settembre 2016. Ma se dei piccoli stralci, cantati e ballati indossando le iconiche Reebok Classic, senza scenografia e senza la band di 8 elementi prevista per il vero spettacolo sono stati così coinvolgenti, non oso immaginare quanto saranno emozionanti il debutto e le successive repliche che proseguiranno fino al 31 dicembre.

La storia è la stessa dell’omonimo film cult degli anni 80. Il protagonista è Ren, un ragazzo di Chicago trapiantato a Bomont, un piccolo paese di provincia in cui il reverendo ha bandito la musica rock e il ballo perché, a suo dire, corrompono la moralità. Il giovane si ribella, con l’aiuto di Ariel, figlia del reverendo, e scatena una vera rivoluzione giovanile contro l’assurdo regime di censura vigente nel paese e, alla fine, riesce a vincere.

Il cast è composto da 22 performer, quasi tutti giovanissimi e talentuosi ed è diretto dal regista e coreografo australiano Martin Michel che, durante la conferenza stampa, si complimenta più volte per l’eccezionalità dei talenti italiani, definendoli artisti a 360 gradi: nel ballo, nel canto e nella recitazione.

Sembra la scelta ideale, quella presa da Reebok, di collaborare con Stage Entertainment come Official Footsteps Sponsor di Footloose con le Classic Leather, ed è ideale per i valori che stanno alla base di entrambi: del marchio e del musical. La voglia di andare controcorrente, di distinguersi e non omologarsi, di non seguire le mode, ma inventarle. Come Ren si ribella alle regole imposte dalla piccola comunità di provincia, così Reebok, da sempre, si ribella alla sneaker culture imperante, cercando di superarne i confini.

La pellicola è a tutt’oggi considerata un’icona degli anni Ottanta, così come Classic Leather costituisce un classico intramontabile e un heritage dal gusto sofisticato.

I presupposti sono ottimi, adesso non resta che andare a vedere lo spettacolo!

www.teatronazionale.it

reebok classic veste footloose
REEBOK CLASSIC LEATHER.

 

Written By
More from Redazione

Siamo stati al party di Stai Zitta! Il magazine più pazzo del momento

STAI ZITTA, SE AVESSI GUADAGNATO UN EURO PER OGNI VOLTA CHE QUALCUNO...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − 16 =