Bless Yourself and genuflect! Freitag porta il suo confessionale alla Milan Design Week

Markus & Daniel Freitag
Markus & Daniel Freitag
Markus e Daniel Freitag, i due fratelli graphic designer che nel 1993 a Zurigo hanno avuto l’intuizione di fondare l'omonimo marchio di culto.

Si chiama Unfluencer – De-sinning The Designer l’installazione immersiva che purifica dai peccati di abuso da cattivo design, un’opera pensata da Markus e Daniel Freitag, i due fratelli graphic designer che nel 1993 a Zurigo hanno avuto l’intuizione di fondare questo marchio di culto.

In occasione della Milan Design Week abbiamo intervistato Daniel Freitag:

Ciao Daniel, con Freitag è impossibile non parlare di eco-sostenibilità, voi siete precursori in questo settore, ti chiedo quindi quali sono le strategie che avete adottato per rimanere leader in questo ambito?

Per Freitag l’eco-sostenibilità, più che una strategia di marketing è un vero e proprio credo. Il concetto di upcyling è stato posto al centro delle nostre attività dal 1993, prima che si sentisse in giro questo termine per la prima volta, e molto prima che la parola sostenibilità fosse sulla bocca di tutti.

Perché utilizzare nuovi materiali quando possiamo tramite il riciclo rivitalizzare materiali usati senza impattare sull’ambiente? Questa è la formula che applichiamo su ogni nostra produzione, sia per tramutare i vecchi teloni cerati dei camion in accessori che facendoli diventare un packaging riutilizzabile del prodotto o addirittura accumulando scarti di container arrugginiti per creare i nostri Flagship store.

Direi che possiamo definirci dei pionieri senza risultare presuntuosi. 

Parlami del progetto Unfluencer – De-sinning The Designer realizzato appositamente per la vostra prima Milan Design Week:

Essendo la nostra prima partecipazione alla rassegna milanese abbiamo pensato a qualcosa di unico e divertente realizzata insieme al videoartista svizzero Georg Lendorff.

Non avevamo voglia di mettere in scena i nostri ultimi prodotti e siccome durante la Design Week tutti parlano di “buon design”, abbiamo cercato di stimolare una discussione sul cattivo design, in modo ironico.

Siamo stati sopraffatti dalla reazione dei numerosi visitatori. 

I visitatori, dopo aver attraversato l’installazione di Freitag, potevano sfogarsi confessando i loro peccati in fatto di design e acquisti “brutti”.

UNFLUENCER–De-sinning the Designer
Il confessionale di UNFLUENCER–De-sinning the Designer by Freitag

Spiegaci in cosa consisteva l’installazione:

UNFLUENCER–De-sinning the Designer è, come dicevo, un’installazione immersiva di proiezioni e luci su migliaia di fili appesi al soffitto che rendono sfocata la percezione spaziale e temporale dell’osservatore e dei passanti, offrendo un rifugio ideale per un breve momento di riflessione nel bel mezzo della frenesia della Milan Fashion Week.

I visitatori potevano, dopo aver attraversato l’installazione, confessare tutti i loro peccati in fatto di design e acquisti, completamente soli e in modo anonimo o nel contesto di un colloquio confidenziale a due. Questo dentro ad un vero e proprio confessionale.

Quali sono le novità che dobbiamo aspettarci da Freitag?

Abbiamo sempre un sacco di progetti nel cassetto fortunatamente, poi bisogna vedere quali vanno in porto…

Il concetto di Freitag non si limita solo alle borse realizzate con teloni cerati di camion usati, ma siamo divulgatori di una filosofia trasferibile anche ad altri prodotti e altri materiali.

Cosa succede a un oggetto alla fine del suo ciclo di vita? Può essere riparato? Possiamo condividere prodotti che difendono la natura? Questa è la strada che stiamo proseguendo, facciamo del nostro meglio per rendere il futuro migliore.

Written By
More from Marco Cresci

V3Raw, da Cuneo a Milano il primo locale di “cibo vivo”

Aperto il 9 dicembre 2015, V3Raw, primo locale a Milano di “cibo...
Read More