Milano per un giorno: cosa vedere

Milano cosa visitare

Inutile dire che a Milano un solo giorno non basterebbe per visitarla e scoprirla, ma soprattutto per ammirare tutti quei luoghi che nei secoli hanno fatto la storia della città, caratterizzandola e rendendola meta tra le più raggiunte in Italia, affianco a Roma.

Elegante, cosmopolita, alternativa. Insomma Milano è una città che ha parecchio da raccontare e molto altro da dire, costantemente al passo con i tempi e con i suoi cambiamenti socioculturali. Per questo abbiamo deciso di proporre delle giuste e valide alternative per tutti gli sfortunati che non si possono soffermare più di 24 ore.

Una cosa è certa, tutto dipende anche da quali sono gli interessi dei visitatori, ovvero se sono più proiettati a scoprire la Milano nuova o quella vecchia.

Uno tra i primi suggerimenti in entrambi i casi, rischiando quasi di diventare banali, è senza dubbio il Duomo che vi proponiamo non solo perché è il simbolo indiscusso della cittadina, ma perché è anche il punto più comodo dal quale partire per il tour, essendo il punto centrale.

Milano cosa visitare

Milano: due tipi di itinerario per 1 giorno solo

Il primo, relativo alla parte nuova della città. In questo caso i punti principali da visitare sono Piazza Affari, non troppo lontana dal Duomo stesso e vicina a San Babila, famosa per la statua del dito medio.

Milano cosa visitare

La Darsena, ideale anche per rilassarsi con una passeggiata e bersi un calice di vino. Moscova ideale invece per mangiare un piatto tipico o un boccone veloce, a due passi da Garibaldi e piazza Gae Aulenti, famose per le strutture architettoniche e il bosco verticale.

Milano: tappa alla Scala del calcio

Infine, lo stadio di San Siro rappresenta un punto importante di questo tour, considerato il luogo in cui sono stati vinti più titoli della storia a livello mondiale, ideale per terminare la giornata.

Milano cosa visitare

Milano: cosa vedere nel centro storico

Differente è invece il tragitto per visitare la parte antica della città, chiaramente sempre più quotata dai viaggiatori. Nella Galleria di Vittorio Emanuele vale la pena passarci, sia perché è molto artistica che per rifarsi gli occhi davanti a qualche bella vetrina di alta moda. Da lì si giunge alla Scala, teatro famoso al livello mondiale, per poi arrivare in Brera, zona interessante anche per la sua Pinacoteca.

Con una breve e piacevole passeggiata sarà facile arrivale al Castello Sforzesco e Parco Sempione, che in base alla giornata scelta può essere un vero e proprio stop dalla citta.

Milano: come visitare il Cenacolo di Leonardo da Vinci

Il Cenacolo è uno dei punti cardini della storia di Milano e di Leonardo da Vinci che, in quanto tale, va prenotato con dei mesi d’anticipo.

La Basilica di Sant’Ambrogio è molto suggestiva, come le Colonne di San Lorenzo, che mantengono un filo conduttore importante del passato caratterizzato dallo stile che essi hanno mantenuto. Come ultima tappa, i Navigli rappresentano più di tutti gli altri luoghi la storia della città e sono un’ottima zona per farsi un aperitivo o cenare.

Ebbene, che il viaggio nella cultura milanese abbia inizio!!!

Written By
More from Redazione

“Ecco, Questo sono io” // Intervista a Roberto Casalino

Roberto Casalino uscirà il 13 settembre con Il Fabbricante di Ricordi, una...
Read More