Christian Pellizzari sfilata, tra star di Hollywood e lusso

la collezione autunno inverno 2016 di Christian Pellizzari

Modelle e modelli solcano la stessa passerella della settimana della moda milanese per esibire la collezione autunno-inverso 2017/2018 di Christian Pellizzari, che per la prossima stagione fa un passo indietro nel tempo, precisamente agli anni Trenta, periodo in cui le star di Hollywood facevano esattamente la vita da star, circondate da lusso.

la collezione autunno inverno 2016 di Christian Pellizzari

La loro ricchezza era ovunque. Negli arredi delle loro mega ville di Beverly Hills, nei viaggi che puntualmente facevano, nel modo di vestirsi e atteggiarsi.

Si chiamava Hollywood Regency ed era un nuovo ideale di bellezza, basato sull’eccessività del tutto. Il suo esponente era l’anti-minimalista Dorothy Draper, decoratore d’interni. Il suo stile prevedeva il portare quello barocco alla sua massima eccentricità ed eccessività, esaltandolo con tonalità decisamente shock.

la collezione autunno inverno 2016 di Christian Pellizzari

Lo sa bene lo stilista fiorentino, che decide di ironizzare sull’argomento, mostrando la sua interpretazione più chic e contemporanea di questo movimento stilistico e giocando con stampe animalier, broccati, stampe hawaiane, satinati e paillettes, che vengono mixati a tessuti più classici del guardaroba maschile.

Christian Pellizzari: uomini e donne brillano ad ogni passo.

Negli abiti di Christian Pellizzari le frange dondolano assieme ai movimenti delle modelle. Le cinture stringono la vita. I cappelli sono tempestati di applicazioni sbrilluccicanti. Gli stivali sono al ginocchio, flat, comodi e con un allure rock. La giacca maschile fa parte anche del guardaroba femminile, che ci tiene a mostrare il carattere over sopra abiti e gonne slim, che evidenziano la silhouette.

la collezione autunno inverno 2016 di Christian Pellizzari

La collezione maschile unisce invece la sartorialità del classico guardaroba maschile, riproponendolo in relazione allo stile militare, con giacche, cappotti e pantaloni assomiglianti a divise ma dai volumi oversize, che sono il punto forte dell’intera linea.

Un ruolo importante lo hanno le stampe geometriche e il tessuto Principe di Galles su completi doppiopetto.

Le colorazioni sono le stesse sia per il mondo femminile che per quello maschile, che variano dal rosa al rosso, con una linea gold e nera di capi in jacquard lurex, pensata per la sera, più raffinata e elegante, ma pur sempre brillante all’eccesso.

Written By
More from Francesca Ortu

Blame Label: ispirazione carceraria 

Una collezione dedicata all’autunno inverno 2017/2018, quella di Blame Label per la...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − sedici =