Indra Kaffemanaite: con Balossa parto da una camicia bianca

Balossa

Minimale, essenziale, maschile. È la camicia bianca, protagonista delle collezioni Balossa, marchio fondato dalla stilista Indra Kaffemanaite nel settembre 2014.

Rubata dal guardaroba maschile per potergli dare nuova vita e stile, mixando tagli, pieghe e volumi senza regole, la camicia bianca viene percepita dalla designer come una tela bianca, personalizzabile, simbolo di puro design capace di cambiare continuamente la sua veste per assumere sempre dei valori aggiunti, contemporanei, emozionali e innovativi.

Lo definisce un viaggio nelle sue sensazioni, nella sensualità e nella femminilità di una donna che vuole essere creativa e divertente, indossando un capo iconico.

Per la fall winter 17/18 due le novità che portano Balossa a stare al passo con i tempi, senza perdere mai lo stato mentale creativo che porta lo stesso brand a avere una sete continua di idee e ispirazioni, provenienti da una buona conoscenza della modellistica e dalla passione per l’arte e l’architettura.

Le donne, con Balossa, sono forti e divertenti, libere di giocare con un capo forte di classicità per plasmarlo con il loro carattere e umore, per outfits sempre diversi, ricchi, raffinati e di tendenza streetwear.

Al popelline di cotone viene affiancata la seta strech, alle camicie le gonne/pantalone dalla vita alta, anch’esse asimmetriche e dai toni del nero e del grigio, novità della stagione.

I tagli sono netti, le linee morbide, le lunghezze svasate, il collo a solino e le maniche ampie. Le arricciature danno volume.

Importante l’influenza Dandy settecentesca percettibile dai dettagli e dai colli, contrapposta ad uno stile underground riconoscibile invece dalle camicie, utilizzate come maxi abiti, annodabili e indossabili secondo la propria creatività.

info: Balossa

Tags from the story
, ,
Written By
More from Francesca Ortu

Vogue Fashion’s Night Out, siamo a -2ore

Ormai ci siamo, ancora qualche ora e possiamo dare il via alla...
Read More