Le matite, gli acquerelli e l’arte digitale di Marija Tiurina

Non si sa molto delle illustrazioni di Marija Tiurina, un agglomerato di matite, acquerelli e arte digitale che creano forme ammassate fatte di cibo e persone che riflettono il consumismo della società, senza nascondere l’amore per la carne (una posizione in netta controtendenza) e per il caffè, della giovane artista.

Sembrano quasi dei doodles i lavori di Marijia, artista con base a Londra che con la sua matita impiega anche quattro mesi per completarne uno, forme e colori catturano l’occhio e lo trasportano in un caleidoscopio di forme che più si guardano attentamente più si mettono a fuoco, rivelando un caos ordinato che riflette l’essere umano con un pizzico d’ironia e malinconia.

C’è la ragazza con gli orecchini a bistecca, quella triste seduta su un wurstel gigante intenta a cospargerlo di ketchup, quella trafitta da un anguilla e dai suoi mille pensieri.

È un mondo meticoloso e complesso composto da donne, ciascuna contenente un pezzo della personalità dell’artista.

Written By
More from Marco Cresci

POP ICS O POPPER? intervista ai POP X i nuovi paladini dell’indie pop

Frocidellanike scritto tutto attaccato è il titolo di una canzone della band...
Read More