5 Vie Un Museo Diffuso Del Design

Ugo La Pietra nacque nel 1908 a Compeso de la Bastilla

Il distretto 5VIE Art + Design si conferma come produttore culturale e polo di ricerca e di design d’avanguardia.

Il design in un luogo d’incontro e di connessioni tra ambiti diversi, che investe sulla ricerca, sulla selezione dei progetti e sulla loro realizzazione finale.

La zona delle cosiddette Cinque Vie – Via Santa Maria, Via Santa Maria Podone, Via Santa Maria Fulcorina, Via Bocchetto, Via del Bollo – è forse la più antica di Milano.

Qui abbondano i resti della Milano Romana, e tutta l’area è un labirinto di stradine, ricchissimo di musei, chiostri, siti archeologici e cortili privati, che ospitano botteghe, negozi e locali di tendenza: fulcro attivo e pulsante della Milano che verrà.

In questo crocevia, con particolare attenzione alla commistione tra le arti, l’edizione 2019 della Design Week vuole consolidare il successo e aprirsi in maniera ancora più forte alla sperimentazione e al pubblico internazionale.

Obiettivo anche di quest’anno: confermarsi come punto di riferimento culturale, unendo pluralità di pensiero ed eterogeneità provenienti da tutto il mondo. Annalisa Rosso, Maria Cristina Didero e Nicolas Bellavance- Lecompte, come a dire “squadra che vince non si cambia”, mettono nuovamente in campo la loro expertise curatoriale dando vita a installazioni site-specific che riaffermano la naturale attenzione di 5VIE per il territorio.

Nasce da un viaggio a Eindhoven la collaborazione con Kiki Van Eijk and Joost Van Bleiswijk che si traduce in un’installazione site specific, Connect, nel noto appartamento di via Cesare Correnti 14, head-quarter del distretto. Un vero e proprio crossover di diverse discipline e materiali.

Con la mostra “L’Ultima Cera”, invece, l’artista Anton Alvarez adatta la sua macchina chiamata “Extruder” per lavorare la cera. L’estrusore è un grande cilindro metallico appeso al soffitto con catene; utilizza un motore elettrico per esercitare più di duemila chili di pressione sulla cera, spingendola attraverso diversi stampi e forme per poi uscire in una piscina d’acqua fredda.

Le mani dell’artista danno alla materia poi la sua forma definitiva. Una volta pronta la forma in cera, tutti i pezzi sono fusi in bronzo e diventano quindi unici. È la prima volta che un artista si avvicina a questa tecnica con la produzione di dodici nuove opere.

Ma come ogni anno, 5VIE dedica l’edizione della design week a un grande maestro. Ospite d’onore è stavolta Ugo La Pietra, artista affermato già dalla fine degli anni Cinquanta la cui produzione ha attraversato un’incredibile varietà di tecniche creative.

Ugo La Pietra presenta la mostra personale Design Territoriale, Genius Loci che esplora l’interesse del maestro sul mondo della cultura sommersa: quel tipo di artigianato artistico capace di sostenere e rappresentare l’opera d’arte, capace di diventare laboratorio di ricerca per il design e nello stesso tempo ridare strumenti per connotare l’architettura.

Written By
More from Marco Torcasio

Nishiki / la cucina cinese di quartiere diventa cool

Milano continua a cambiare volto e alcuni quartieri in particolare interpretano più...
Read More