Rinascite NSFW. I videoclip della settimana.

Diventar grandi con il videoclip più bello della settimana

Vi piace risolvere i cubi di Rubik? Sì? Probabilmente anche i misteri dell’ultimo dei KCPK: producer francesi già incontrati tra i migliori videoclip del 2016 conWho Wants It”. Qui ci troviamo in un avvincente coming-of-age diretto da Loïc Andrieu, con un travolgente uso degli effetti visivi di David Danesi: una narrazione che coinvolge una ragazza, sua madre, la scherma e un ragazzo. Come dichiarato dal regista allora, “The End” è – SPOILER – la fine dell’innocenza.

Il ritorno NSFW di Fever Ray

A distanza di otto anni dal suo ultimo disco, ritorna Fever Ray, progetto solista di Karin Dreijer del duo svedese Knife. Abituati al suo immaginario macabro e notturno, il videoclip di “To the Moon and Back” è in linea con le aspettative. Diretto da Martin Falck, è un risveglio dalla criogenesi per l’ora del tè con amiche dai costumi fetish, tra bondage, pissing e un «I want to run my fingers up your pussy» sicuri che qualcuno, visto l’attivismo del passato, possa ritrovare risvolti politici.

Il WHOLE NEW WORLD di SOPHIE

Ritorna a sorpresa la regina della PC MUSIC, da sempre celata dietro le quinte come producer di un’irresistibile bubblegum pop, rientrata nei crediti di artiste come Madonna e Charli XCX, è la prima volta che ci mette la faccia in “It’s Okay to Cry”. Co-diretto insieme a Nicholas Harwood, è a tutti gli effetti un coming out, un playback davanti a cieli di nuvole, arcobaleni, stelle e poi tuoni liberatori:

«I hope you don’t take this the wrong way / But I think your inside is your best side».

In clima di rinascite: ritornano i Fischerspooner

Prodotto da Michael Stipe, il nuovo disco dei Fischerspooner uscirà a febbraio, l’antipasto è il videoclip di “Togetherness” in ben due versioni: una curata da Warren Fischer e un’altra da Casey Spooner, da lui stesso definita più omoerotica in un’intervista a DAZED che ne offre anche l’anteprima. Nelle clip, oltre a Casey, anche Caroline Polachek, Juliana Huxtable, famosa artista e icona LGBTQIA e l’attore Juan Pablo Rahal, conosciuto, anche biblicamente, su Grindr.

Battesimo e rinascita, nella musica

Già viste un mese fa alla regia dell’ultimo singolo di Joan Thiele, ritroviamo per il videoclip di Christaux Giulia Achenza e Giada Bossi – quest’ultima già coinvolta nei luminosi anni ‘80 di “Light Year”. Interpretato dallo stesso artista e girato in Sardegna, “Human” è un videoclip di battesimo e rinascita, proprio come quella artistica di Christaux in seguito allo scioglimento degli Iori’s Eyes con il disco solista “Ecstasy” uscito lo scorso aprile per La Tempesta Dischi.

Bonus: il ciclo mestruale secondo Daniel Wolfe

Impossibile non segnalare lo spot diretto da Daniel Wolfe (il cui ultimo videoclip risale a quel capolavoro di “Iron Sky” di Paolo Nutini). Parliamo di #bloodnormal realizzato insieme a AMV BBDO per Bodyform e Libresse. Un impeccabile lavoro che, senza sacrificare la cifra stilistica del regista, ben riflette i toni della campagna sui tabù del ciclo mestruale, «contrary to popular belief, women don’t bleed blue liquid, they bleed blood. Periods are normal. Showing them should be too.»

More from Francesco Mascolo

Sfilate, pupazzi e citazioni cinema, sono i videoclip della settimana

S’ispirano al cinema i videoclip della settimana, tra muppet, b-movie e inseguimenti...
Read More