Sfilate, pupazzi e citazioni cinema, sono i videoclip della settimana

Chance the Rapper - Same Drugs
Uno still dal video Same Drugs di Chance the Rapper.

S’ispirano al cinema i videoclip della settimana, tra muppet, b-movie e inseguimenti in macchina a tutta velocità.

Nuovo look e nuovo disco in uscita a fine mese per Dave Longstreth aka Dirty Projectors. L’ultimo estratto, “Cool Your Heart” scritto insieme a Solange e con Dawn Richard, è serenamente splendido, strizza l’occhio a sonorità afrotropicali in un pezzo dalla volontà pop eppur dal fiato corto, come il semplice videoclip diretto da That Go: loop di un’efficace sfilata notturna di stile.

Clicca qui per vedere i migliori video della scorsa settimana.

Chance the Rapper si prepara per la sua prima volta ai GRAMMYs

Ben 7 nomination – con il videoclip di “Same Drugs”: al pianoforte in duetto con un grande pupazzo, come accadde nel tour, in un sentito omaggio agli anni ‘80 dei Muppets, complice anche formato e aspetto video, o sottile critica al mondo dell’intrattenimento abitato da pupazzi. Chiediamolo al regista Jake Schreier.

Assumere un flow del rapper Danny Brown è un’esperienza lisergica

Lo sa bene anche il producer Paul White che da sempre lo accompagna nelle sue scorribande. Con un’attitudine dirty rock‘n’roll dichiarata, che le rockstar odierne si sognano, il video della title track del nuovo EP, diretto da Eoin Glaister, è un vero e proprio omaggio agli Z-movies – come fare a botte con il proprio cervello.

Torniamo ad occuparci di Watsky e Carlos López Estrada, affiatata coppia in videomusica.

Dopo i video concettuali e quelli dalle tinte B, in “Conversations” (primo appuntamento della Lovely Thing Suite) sono accompagnati dallo studio Basa, in particolare dalle illustrazioni di Diego “deachete” Huacuja, come una graphic novel animata dalle conversazioni di Watsky con il padre.

Sognatevi un videoclip ufficiale di “Freedun” con Zayn Malik in grado di battere un po’ cassa, M.I.A. ci fa capire che non ne vuole più sapere del mondo pop, anzi, in “P.O.W.A.” lo attacca e tra una punta politica e l’altra, ci tiene a precisare che non è Rihanna, Madonna, Mariah Carey o Ariana Grande.

Ancora dietro la mdp, lontani dal capolavoro di “Borders” ma, se piace, è pur sempre M.I.A.

Lady Gaga sfrutta l’onda della sua esibizione al Super Bowl

Con l’annuncio di un tour mondiale (Milano, 26 settembre) e un nuovo videoclip per “John Wayne”: in controtendenza con i precedenti più asciutti del quale è un seguito, torna con il regista Jonas Åkerlund (“Paparazzi”, “Telephone”) tra coreografie, folli corse e, anche qui, omaggi ai film ABCZ. In anteprima su Apple Music.

 

More from Francesco Mascolo

Sevdaliza, Ásgeir, Lemon Twigs: concettuali e acquatici – I videoclip della settimana

“hello. my name is Amandine. you can purchase me performing your preferred...
Read More