Autori in mostra contro il bullismo

Torna per il quinto anno Natale con gli Autori iniziativa attraverso la quale numerosi protagonisti della scrittura si riuniscono non solo per sensibilizzare alla lettura e scritta ma soprattutto per fare del bene grazie allo scopo benefico del progetto, che sia quello di creare audiolibri con i loro testi per i non vedenti, oppure distribuire pasti caldi con i City Angels, ai senza tetti come successo nel corso delle precedenti edizioni.

 

Quest’anno l’obbiettivo del progetto patrocinato dal Comune di Milano e ideato da Stefania Nascimbeni con la Direzione Artistica di Valeria Merlini è quello di fermare il bullismo, denunciando, unendosi e mettendosi in Mostra. Questo grazie anche alla collaborazione con un’importante realtà del settore moda, Aspesi che si è offerto come sponsor del progetto. Lo scorso settembre, gli autori si sono prestati all’obiettivo di Malena Mazza, fotografa che insieme a Daniela Stopponi fa parte della Direzione Creativa del progetto. Tra i protagonisti della mostra quindi, i volti di Paola Barbato, Lorenza Bernardi, Federica Bosco, Matteo Bussola, Irene Cao, Giovanni Gastel Jr, Isa Grassano, Lucia Tilde Ingrosso, Roberta Lippi, Antonio Mancinelli, Saturnino Celani, Giovanni Terzi, Amir Isaa ma anche Stefania Nascimbeni (ideatrice del Natale con gli Autori) e Valeria Merlini, a loro volta scrittrici e giornaliste. La Mostra Fotografica, curata da Monica Nascimbeni (sorella di Stefania, e già ideatrice del progetto Tombini Art)  vuole essere un vero grido di denuncia contro il bullismo e verrà presentata il prossimo 30 novembre al Magna Pars con una raccolta fondi a favore di Casa Pediatrica Fatebenefratelli.

Foto di Malena Mazza

In concomittanza con l’arrivo della mostra, il marchio Aspesi metterà in vendità delle t-shirt in edizione limitata, realizzate ad hoc per il progetto, ognuna con un messaggio forte e chiaro contro il bullismo. T-shirt che sono state indossate dagli stessi autori, protagonisti degli scatti fotografici. 120 magliette da 70 euro l’una, tutte vendute presso il negozio di via Montenapoleone a Milano e di cui l’intero ricavato verrà devoluto alla Casa Pediatrica.

 

 

LEGGI L'ULTIMO NUMERO

DOVE TROVARE URBAN MAGAZINE

 

Foto di Malena Mazza

Bullismo e cyberbullismo sono una forma di violenza fisica e psicologica alla quale ci opponiamo con forza. Abbiamo scelto di realizzare una t-shirt con i volti iconici del marchio, i “Kinky Atoms”, insieme ad una comunicazione forte, rubata al linguaggio attuale dei social. #StopBullying quindi come messaggio di educazione e di opposizione. È questo il motivo che ci ha spinti a partecipare con determinazione e fermezza a questo progetto.”  ha dichiarato Fabio Gnocchi, Amministratore Delegato di Aspesi.

Malena Mazza in merito al progetto dice: “Credo che l’immagine possa rendere particolarmente vivi e toccanti i sentimenti che provano i ragazzi vittime del bullismo”. E Daniela Stopponi aggiunge “Sono convinta che l’interpretazione da parte di adulti, in questo caso i nostri autori, abbia saputo rendere con forza la drammaticità delle emozioni che provano i ragazzi vittime del bullismo”.

Dall’ 1 al 20 Dicembre 2017 il percorso fotografico Sponsored by Aspesi sarà poi ospitato dalla Casa Museo Emilio Tadini, in via Jommelli, 24 a Milano. Il 5 Dicembre 2017 avrà luogo il vernissage di presentazione della Mostra, anche in questo caso parte del biglietto sarà devoluto a Casa Pediatrica Fatebenefratelli-Sacco. La mostra si concluderà poi nell’ultima tappa culturale, dal 20 Dicembre 2017 al 30 gennaio 2018 presso lo Spazio Coworking e Libreria Open, in viale Monte Nero, 6 a Milano (aperta al pubblico).

 

 

Foto di Malena Mazza