BePositive con la musica dei The Cobblers

bepositive

Nello studio di registrazione di Gianni Bini i The Cobblers – Fabrizio Ferrario, Matteo Monti e Loris Pionieri – hanno creato e prodotto il brano BePositive. L’ispirazione? Una passione per il vecchio funk e la deep berlinese.

 BePositive rappresenta il coronamento di un sogno per Fabrizio Ferraro, brand owner e line builder del marchio di sneaker:«Ci sono due anime all’interno dell’azienda; una organizzativa, capitanata da Adalberto Zordan, il mio socio, e quella creativa. Io e Adalberto ci siamo conosciuti a un concerto dei Depeche Mode. La musica ci ha unito insomma, ed è per questo che dai noi puoi scegliere la stanza dell’ufficio amministrazione con la musica classica o un altra con quella pop ma il suono all’interno delle mura di lavoro non si ferma mai, tutto è legato da un filo sempre positivo».

BePositive, appunto. Si chiama così anche il brano presentato in anteprima lo scorso 13 giugno a Pitti a Firenze, durante il party alla Loggia del Porcellino (di cui  noi di Urban siamo stati partner in crime).  

«Come è nato? La base la fischiettavo in macchina» – racconta Fabrizio – «Il resto lo hanno fatto la collaborazione co Loris Pionieri e Matteo Monti e quella con un vocalist di New York». BePositive sarà disponibile su tutte le piattaforme digitali, da iTunes e Beatport, ha una evoluzione notevole, le chitarre funk alzano il ritmo e il sound è pieno.

L’ idea per il futuro è quella di creare delle compilation che rafforzino la collaborazione tra Fabrizio e il dj Tommy Vee, una coppia creativa di fatto che ha già prodotto due sneaker in co branding BePositive-Veecious: la Track 1, (di cui vi abbiamo parlato qui), rielaborazione della storica scarpa jungle force, un incrocio tra combat boot e mid basket e la nuovissima Track 2.

I prossimi progetti? Party itineranti in location pazzesche con ospiti internazionali. Chiediamo a Fabrizio un esempio. Risponde: «il tetto dello Hyatt a Tokyo dove hanno girato il cult movie Lost in Translation».

Non male, no?

info: BePositive

Tags from the story
, ,
Written By
More from Redazione

Arriva a Milano l’app Lavadì e il bucato è a domicilio

Laundrapp arriva da Londra a Milano con Lavadì, la prima app di servizio...
Read More