Deap Vally: chi ha detto che le rrriot girl non esistono piu?

Se sei in cerca di musica da ascoltare per distendere i nervi, non pensare a niente e dare alla giornata un mood positivo e rilassato, il nuovo disco delle Deap Vally è un autentico anticristo.

la cover di femejism ultimo lavoro delle Deap VallyIl ritorno del duo garage blues formato da Lindsey Troy e Julie Edwar prende vita da due intenzioni all’apparenza contrapposte: la voglia di consolidare il suono collaudato e tanto apprezzato nel primo fortunato lavoro Sistrionix, e il desiderio più che lecito di proporre un elemento di novità rispetto al passato. Tutto sotto controllo quanto al primo punto: il muro chitarra-batteria dei Deap Vally non vuol saperne di crollare, addirittura consolidato da testi ruvidi ed ispirati: si parla di donne, della loro forza e delle battaglie quotidiane che le chiamano costantemente in causa. Lo screaming e le dinamiche di Linsday e della sua voce rimangono poi sempre in primo piano, ai limiti dell’eccesso, con l’intento evidente di esaltare lo storytelling, decisamente più sentito rispetto al primo album. Viceversa la scelta di affidare la produzione a Nick Zinner (Yeah Yeah Yeahs) prova a dare all’intero lavoro maggiore fruibilità in chiave dichiaratamente pop, attribuendo ai pezzi un appeal e una veste ammiccante, pur senza snaturarne la potenza primitiva. Le Deap Vally si confermano per come si erano fatte conoscere all’esordio: una band incazzata, istintiva, efficace e molto fedele a se stessa, che non si inventa nulla e non ha particolare fretta di cambiare radicalmente rotta.
DEAP VALLY – Femejism (Nevado Records)

More from Ettore Dell'Orto

Il rap crossgender di Mykki Blanco

Il debutto discografico di Mykki Blanco, star del web, trasuda rabbia e...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + cinque =