Intervista a INAN, uno dei 12 designer di Eastpak Artist Studio 2016

Sono 12 gli zaini firmati da grandi designer per Eastpak Artist Studio 2016

Eastpak Artist Studio 2016 si fa in 12 per sconfiggere l’AIDS: Kenzo, Vetements, Christopher Raeburn, Nicopanda, Giambattista Valli, Ami Paris, Wanda Nylon, House Of Holland, Jacquemus, Alexandre Vauthier, Inan e Zeba Safdar, tutti hanno concepito la loro versione dell’iconico zainetto il cui ricavato sarà interamente destinato all’associazione benefica Designers Against AIDS.

Ricca edizione quella di Eastpak Artist Studio 2016, con 12 designer tra i più cool in circolazione che anno creato 12 zainetti svelati poco alla volta sul web a partire dal 1 dicembre 2016 quando ogni creazione sarà venduta all’asta con  una base di 500 euro sul sito EASTPAK ARTISTSTUDIO, in occasione della Giornata Mondiale contro l’AIDS.

Ciò che rende il tutto interessante è come ogni designer abbia diversamente interpretato la propria opera. A ognuno è stato fornito un Padded Pak’r® totalmente bianco, da poter trasformare seguendo la propria ispirazione: Humberto Leon, Co-Creative Director di KENZO rimane fedele allo stile del marchio attraverso un mix di forme e stampe iconiche con uno zaino componibile fatto di accessori zebrati.

La creazione di Vetements riflette la causa del progetto attraverso gli spallacci e il manico oversize che, visti da dietro, richiamano la forma di un fiocco rosso, simbolo universale di solidarietà per HIV/AIDS, mentre Nicola Formichetti con la sua label Nicopanda trasforma lo zaino in un peluche fluo con orecchie pelose e  papillon sugli spallacci.

Anche House Of Holland opta per un tema super fun e ricopre con del peluche maculato l’intero zaino e lo decora con patch raffiguranti insetti mostruosi mentre Johanna Senyk con il suo brand Wanda Nylon, crea uno zainetto con luci al neon, che va appeso e non indossato, simbolo di speranza per un futuro migliore.

Sono 12 gli zaini firmati da grandi designer per Eastpak Artist Studio 2016
Inan Batman, giovane designer berlinese che ha fondato il brand INAN

Il giovane designer berlinese Inan Batman ideatore del brand INAN ha creato uno zainetto incorporato a una felpa ispirato dalla giovinezza dell’artista in Germania come figlio di lavoratori turchi con un richiamo allo street style. Abbiamo avuto l’occasione di fargli alcune domande:

Qual è stata la tua prima reazione quando Eastpak ti ha scelto come uno dei 12 progettisti per Eastpak Artist Studio 2016?

Mi sono sentito molto onorato, soprattutto perché si tratta di un argomento molto importante, e sposa la causa Designers Against AIDS.

Come hai sviluppato l’idea di fare una felpa con cappuccio che è anche un backpak?

E’ stata la prima idea che mi è venuta in mente, mi sono chiesto: «E se facessi una felpa che ingloba uno zainetto evitando i problema di metterlo e toglierlo?» e così è stato.

Dimmi la verità, il risultato finale è fedele alla tua idea?

Totalmente.

Cosa t’ispira di più mentre crei i tuoi vestiti?

I Film, la gente e la musica.

Ho letto che ami la musica, chi è l’artista che t’ispira di più?

Michael Jackson.

E ‘stato difficile abbinare la tua estetica con il mondo Eastpak?

Mi sono veramente sentito a mio agio, perché zainetti come questo hanno delineato la mia storia urbana.

Possiedi un Eastpak? Se sì, quale?

Sì, un Padded Pak’r, il classico nero come quello che ho reinterpretato.

Written By
More from Redazione

Discoteche: i night club più belli di Milano

Milano città del divertimento. Ebbene si, perché non solo è conosciuta in...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci − 10 =