I deserti della gratificazione istantanea. I videoclip della settimana

videoclip della settimana
L'attore Phénix Brossard nel nuovo video dei Soulwax "Do you want to get into trouble?"

La promessa dei Radiohead

“I Promise” è la prima delle tre tracce inedite in arrivo su “OKNOTOK“, ristampa che celebra i vent’anni di OK Computer. Alla regia dello splendido videoclip c’è il polacco Michał Marczak, regista che si presta al melanconico mistero esistenziale proprio dell’emozionale videografia del gruppo. Accanto al regista anche lo studio The Mill per i VFX, ma così abbiamo già svelato troppo!

Voglio il nuovo singolo degli Arcade Fire, subito!

Ritornano gli Arcade Fire con l’antemica “Everything Now”, co-prodotta, tra gli altri, con Thomas Bangalter dei Daft Punk. Il video, diretto da The Sacred Egg, gioca con l’ossessione per la gratificazione istantanea: il gruppo si esibisce in un deserto come scenario futuribile di desolazione, di continue missioni fallite per ottenere un qualcosa che non si riesce ad avere con un semplice clic.

I Peking Duk trollano i Daft Punk nel nuovo videoclip?

I producer australiani Peking Duk sembrano prendersi gioco dei Daft Punk, probabilmente in modo amichevole, ci sarebbe da chiederlo al regista Ellis Bahl. Nel video non si nascondo dietro i caschi, ma ci mettono la faccia, in primo piano al bancone di un bar mentre sono assorti nel tubo catodico ad ammirare Aluna(George) che presta la voce e si manifesta per dissuaderci dalla finta magia.

Però basta con la disco, parola dei Soulwax!

Il nuovo videoclip dei Soulwax è come quando “immagini di essere una versione amplificata di te stesso: più ribelle, più muscoloso, più pericoloso, più esperto, più bello, ma sei in sostanza un semplice adolescente in un mondo normale”, così come dichiarato dal regista Thomas Subreville (Ill-Studio). Non resta che lasciarsi ammaliare dalle evocative immagini e dall’attore Phénix Brossard.

La sbornia del rap game

Il producer Mike WiLL Made-It assolda Kendrick Lamar, Gucci Mane e i Rae Sremmurd e nel videoclip diretto da NABIL li seguiamo a bordo di una macchina che scorrazza su di una strada nel deserto, fino all’ingresso in un portale spazio-temporale che materializza ufo, canguri, unicorni, donne giganti, pillole… ovviamente è tutto causato dall’abuso di una pinta perfetta di “drank”.

La nuova metamorfosi di Bjork, Notget

Dopo quello in VR, arriva il videoclip ufficiale di “Notget”, alla regia sempre Warren Du Preez & Nick Thornton Jones con la direzione creativa e le maschere realizzate dalla stessa Björk con James Merry. Ma un plauso a tutto il team, dalla scenografia sbalorditiva, nel suo severo bianco e nero che circonda la mutazione dell’artista islandese fino all’esplosione di effetti visivi e di colore.

Il videoclip di Sia per #EndHIV

Diretto Blake Martin, la protagonista del nuovo videoclip di Sia è una madre in dolce attesa interpretata da Zoe Saldana (Avatar, Star Trek e Guardiani della Galassia), a raccontarci la sua storia e l’HIV c’è Julianne Moore e le coreografie l’immancabile Ryan Heffington. Tutti i ricavati da “Free Me” verranno devoluti alla campagna #EndHIV della Abzyme Research Foundation.

Tags from the story
, , , ,
Written By
More from Marco Cresci

Che bella pignatta…

The Cool Couple, Marco Ceroni e Stefano Serretta, Sono gli artisti che...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici + 1 =