Disconnettiti e guarda il mondo reale con Ray-Ban Unplug

ray-ban unplug al duomo di milano, sconnettersi dal virtuale per vedere il reale

A chi non è mai capitato di essere in metro, in tram o semplicemente in giro per le strade, guardarsi intorno e vedere solo gente incollata, anzi quasi inglobata dai propri smartphone?!

Causa quasi un senso d’inquietudine rendersi conto che nessuno, ma proprio nessuno, riesce a fare a meno del proprio schermo luminoso e della sicurezza data dal proprio io digitale. Profilo Facebook, profilo Instagram, profilo Twitter, Linkedin, Pinterest e, se va male, altri tre o quattro social network; infinite versioni frammentate di noi stessi: la nostra vita messa in vetrina.

ray-ban unplug al duomo di milano, sconnettersi dal virtuale per vedere il reale

Preso coscienza di tutto ciò, acquista un senso tutto nuovo la campagna di comunicazione lanciata da Ray-Ban #Ittakescourage, che dal 4 al 17 novembre sarà all’interno della fermata metropolitana Duomo, a Milano, con una domination sul mondo UNPLUG.

Ma coraggio per cosa? Ci si chiederà. Per disconnettersi in un mondo non solo interconnesso, ma iperconnesso, coraggio per essere se stessi e ritrovare il contatto con una realtà che non sia solo quella virtuale.

Mi capita spesso di pensare a cosa accadrebbe se, per qualche ragione, improvvisamente, saltasse ogni connessione Internet: niente più Wi-Fi, 3G, 4G, Fibra ottica, ADSL, niente di niente. Probabilmente tutti impazziremmo, almeno all’inizio, ma poi, magari, potremmo riscoprire tanti aspetti di questa strana vita che non riusciamo più a vedere né ad apprezzare. Scambiare qualche parola con chi è seduto accanto a noi in metro, ad esempio, o fare una telefonata di auguri a quell’amica che non vediamo da un po’, al posto degli stantii e posticci auguri su Facebook, non affidarsi totalmente all’amato Google Maps per arrivare da qualche parte e magari perdersi, ma nel frattempo scoprire posti nuovi e sconosciuti.

Io ci penso spesso e, a quanto pare, anche Ray-Ban che, per scoprirlo, conduce una serie di esperimenti sociali, ad esempio documentare le esperienze di 7 digital influencers che hanno vissuto per 48 ore a Green Bank, nel West Virginia, una cittadina dotata di tutti i comfort, ma non del Wi-Fi.

Cosa sarà successo? I ragazzi saranno riusciti a sopravvivere in un mondo senza rete e senza i loro inseparabili smartphone? Scopritelo voi sul sito di Ray-Ban!

More from martina giuffrè

Pijama, dopo il successo delle softcase, lancia le comfort shoes unisex

Quante volte ci è capitato, durante un noioso e pigro pomeriggio, di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + 1 =