X Factor generation: intervista ai Les Enfants della categoria Gruppi

Les Enfants, la band milanese è stata scelta da Alvaro Soler
Les Enfants, la band milanese è stata scelta da Alvaro Soler

Si chiamano Les Enfants perché tutto è iniziato come un gioco nel garage di uno dei quattro ragazzi della band milanese. Un gioco diventato sempre piùimportante anche se a loro non interessano le sfide, a loro non piace pensare alla musica come un lavoro. I Les Enfants ovvero Marco Manini, voce e batteria del gruppo, Francesco Di Pierro, il più calmo all’apparenza, chitarrista, UmbertoDel Gobbo, il vero frontman della band, synth, chitarra e metallofono e MicheleOggioni, bassista, senza alcun dubbio il più schizzato. Quattro ragazzi milanesiche vogliono fare musica ma sempre cercando di divertirsi e di godere a pienodell’esperienza di X Factor e che confessano: «A noi non interessa vincere. Vogliamo divertirci e migliorarci», e con compagni di squadra Soul System e Daiana Lou divertirsi sarà un compito facile!

SIETE MOLTO ENERGICI E AVETE VOGLIA DI METTERVI IN GIOCO: QUAL È ILVOSTRO PIÙ GRANDE SOGNO?

MARCO: il mio più grande sogno è quello di vivere di musica e di girare ilmondo.

UMBERTO: io punto a molto meno, nel senso mi basta essere felice. Questo è l’obiettivo anche se non sarà la musica.

FRANCESCO E MICHELE: ci sembra un’ottima idea – parte una risata di gruppo ignorante, si vede che i ragazzi sono sereni e hanno voglia di godersi questa esperienza senza grosse aspettative.

Les Enfants, la band milanese è stata scelta da Alvaro Soler
Les Enfants, la band milanese è stata scelta da Alvaro Soler

MARCO COME MAI TU SUONI LA BATTERIA E CANTI, È INSOLITO IN UNA BAND

MICHELE: con una voce così… (lascia intendere che sia meglio coprirla conqualcosa che faccia tanto rumore).

MARCO: No, per accompagnare. Io ho sempre suonato la batteria. Ho semprescritto canzoni per me e suonavo anche la chitarra. All’inizio ero in questa cover band e suonavo la batteria e mi cantavo sempre le canzoni in testa. Ho iniziato a fare proprio il cantante quando ci siamo messi insieme come LesEnfants ma non ho voluto mollare la batteria.

QUAL È IL VOSTRO OBIETTIVO A X FACTOR?

Secondo me – prende la parola UMBERTO che nell’intervista è il vero frontman, colui che si espone di più – abbiamo una grande possibilità. Avremo delle strumentazioni di qualità altissima, lavoreremo con dei professionisti di alto profilo che ci aiuteranno a fare dei live da paura. L’obiettivo è fare performance molto belle e sentite, senza avere altre idee. Dobbiamo esprimerci al meglio.

MICHELE: Si, aggiungo che questo contesto ci permette di metterci alla prova.Siamo comunque sotto pressione, sarà bello vedere come reagiremo.

MARCO: Ieri pensavo che siamo in vacanza. Nel senso che non abbiamo obiettivi di vincere o uscire di qui e fare un contratto discografico con qualche casa importante. Noi siamo qui e fuori c’è comunque il nostro mondo fatto di concerti nell’hinterland milanese, il nostro giro di amici e di persone che vengono ai nostri eventi. Non ci aspettiamo che cambi qualcosa.

 

Written By
More from Fabio Fagnani

RedBull presenta The Fourth Phase in anteprima mondiale

Dopo il successo di The Art of Flight arriva The Fourth Phase,...
Read More